Una rete per la buona alimentazione: grande festa per Banda Piccoli Chef

"Le radici di un sogno che cresce" ha riunito in Provincia gran parte dell'associazionismo aretinoIl progetto ideato da Barbara Lapini promuove tra i bambini i principi dell'educazione alimentare

 

AREZZO – "Le radici di un sogno che cresce" non è stata solo la festa della Banda Piccoli Chef, ma è stata la festa di tutto un network di realtà del territorio impegnate per educare ai principi della buona alimentazione. L'evento ha riunito nella Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo gran parte dell'associazionismo aretino e ha rappresentato l'occasione per festeggiare il quinto anniversario di attività della Banda Piccoli Chef, un progetto con pochi pari sull'intero territorio nazionale che è partito nel gennaio 2012 con i primi laboratori di cucina ideati dalla dottoressa Barbara Lapini. Il gioco e il divertimento sono stati gli strumenti che negli ultimi cinque hanno caratterizzato centinaia di corsi e iniziative dedicati al buon mangiare che hanno reso i bambini protagonisti consapevoli e responsabili della cucina, insegnandogli i principi della buona alimentazione basata su cibi di stagione e a chilometro zero come frutta e verdura. La bontà del progetto è stata confermata dalla partecipazione di Banda Piccoli Chef alla maggior parte degli eventi di Arezzo, coinvolgendo migliaia di bambini e famiglie grazie alla stretta collaborazione con tante associazioni di categoria e istituzioni. «Tutto ha origine da un sogno che è diventato una solida realtà grazie all'appoggio e al sostegno del mio staff e di tutto il nostro territorio - ha spiegato Lapini. - Il cibo è la prima fonte di benessere, dunque è fondamentale educare i bambini alla buona alimentazione stimolando i sensi e la fantasia, la curiosità e il desiderio di sperimentarsi».

 

Tra i presenti de "Le radici di un sogno che cresce" spiccano tre realtà che, più di altre, hanno sposato la Banda Piccoli Chef: la Lilt che ne condivide il tema della prevenzione alla malattie, l'Associazione Cuochi che mette a disposizione dei bambini la professionalità dei suoi chef e Coldiretti che fornisce tutti gli alimenti di stagione e del territorio (rappresentate alla festa da Ivan Cipriani Buffoni, Roberto Lodovichi e Tullio Marcelli). La maggior dimostrazione del network creato intorno al progetto è arrivata dalla partecipazione all'evento dei rappresentanti dell'economia (tra cui il presidente della Camera di Commercio Andrea Sereni) e delle istituzioni politiche (dall'assessore del Comune di Arezzo Barbara Magi al presidente della Provincia Roberto Vasai, dalla vicepresidente del consiglio regionale Lucia De Robertis all'onorevole Marco Donati). L'unicità nazionale del progetto è stata confermata dalla presentazione della tesi di laurea "Esperienze sensoriali per l'educazione alimentare dei nostri figli" a cura della docente Susanna Cutini e della dottoressa Erika Arena dell'Università San Raffaele, che ha raccontato la bontà del progetto da un punto di vista accademico e scientifico. Ovviamente non potevano mancare i veri protagonisti della Banda Piccoli Chef, i bambini, che hanno vissuto un laboratorio di cucina dedicato al tema del gluten free tenuto da chef Shady Hasbun e che a fine serata sono stati premiati con la consegna del "Cucchiaio del Piccolo Chef".

 

 

 

 

Uffici Stampa Egv
di Cavini Marco
333/45.35.056
ufficistampa.egv@gmail.com

 

 

Condividi
Please reload

Chef Shady Hasbun:

youtube: Chef Shady

  • Facebook Social Icon
  • Instagram_App_Large_May2016_200
  • YouTube Social  Icon

©2017 Shady Hasbun All Rights Reserved.